Mascherine per bambini: perché sono così importanti?

Pubblicato: 21/12/2020 10:40:52
Categoria: Consigli per gli acquisti

Bimbi in mascherina

Nel giro di un anno le mascherine sono diventate lo strumento più importante per la lotta alla diffusione del virus SARS-CoV2.

Imprescindibile per adulti e anziani, anche i bambini hanno iniziato a capire l’importanza dell’utilizzo di dispositivi di protezione quando escono in strada con i propri genitori.

Nel nostro paese sono obbligatorie per i bambini sopra i sei anni ma è potrebbero essere utilizzate già al compimento dei due anni d’età.

Gli unici esentati dall’indossare la mascherina sono quelli con problemi respiratori o cognitivi perché potrebbero compromettere la salute del bambino.

Che sia a scuola con i compagni di classe, fuori mentre giocano al parco o durante una passeggiata coi genitori, è importante che il dispositivo di protezione sia ben aderente al viso e non scomodo.

Ma quali sono le mascherine indicate per i bambini? In questo articolo vedremo insieme quelli più adatti per i più piccoli e i falsi miti sulle controindicazioni di un utilizzo prolungato.

Mascherine chirurgiche

Mascherine chirurgiche

Il modello più utile e comodo da far indossare ai bambini è sicuramente la mascherina chirurgica. Composta in tessuto non tessuto a tre strati, questa impedisce il passaggio di liquidi e particelle con un diametro di 2,5 micron.

Sicura Protection, azienda italiana con sede a Vibo Valentia, ha studiato delle mascherine chirurgiche ad alto filtraggio studiate espressamente per bambini dai 5 ai 14 anni.

Oltre a offrire massima protezione e comfort, sono prive di vetro e lattice e garantiscono una buona permeabilità dell’aria nonostante il lungo utilizzo.

La mascherina è monouso ed è dotata di elastici auricolari in cotone/spugna anallergici, pieghe nella zona centrale per una migliore protezione e una barretta nasale per una perfetta adattabilità al viso.

Questa mascherina è certificata come dispositivo medico (DM) di classe I e dotata di marchio di conformità CE (EN 14683:2019 + AC:2019 e UNI EN 10993).

Mascherine di comunità

Mascherine di comunità

L’alternativa a un dispositivo medico è la mascherina di comunità, uno strumento realizzato in materiale multistrato, atossico, anallergico e idrorepellente.

Queste non sono considerate dispositivi medici o di protezione individuale ma sono una misura igienica utile a ridurre la diffusione del virus SARS-CoV-2.

Possono essere monouso o riutilizzabili (anche auto-prodotte) l’importante è garantire comfort, respirabilità e copertura dal mento fino a sopra il naso.

L’uso della mascherina di comunità deve essere sempre e comunque adottata in aggiunta ad altre misure di protezione finalizzate alla riduzione del contagio come distanziamento sociale e igiene delle mani.

I 5 falsi miti sull’utilizzo prolungato delle mascherine

Ora che conoscete come proteggere al meglio i vostri bambini, è bene sfatare 5 miti sull’utilizzo prolungato delle mascherine:

  1.     Non provoca alcalosi respiratoria (l’anidride carbonica respirata dal bambino è praticamente impercettibile)
  2.     Non rischiano carenza d’ossigeno né ipossia
  3.     Non indebolisce il sistema immunitario ma anzi previene il diffondersi delle infezioni e la trasmissione del virus
  4.     Non alterano la flora intestinale
  5.     È obbligatoria solo dai 6 anni in su (esenti solo i bambini con problemi cognitivi o respiratori)

Vi ricordiamo che nella sezione igiene e disinfettanti del nostro store potete trovare, oltre alle mascherine Sicura Protection, anche tanti prodotti per la prevenzione del virus come gel e disinfettanti, detergenti, guanti monouso e tanto altro ancora.

Condividi l'articolo

Aggiungi un commento

 (con http://)